Mr. Darcy non è poi così figo

Mr. Darcy non è poi così figo

Mr. Darcy, il sogno segreto (o anche manifesto!) di moltissime donne.

Recita un adagio molto diffuso in rete: Mr. Darcy è l’uomo ideale di tutte le donne. Sfortunatamente, gli uomini non sanno chi sia.

Mr. Darcy

Eccoci qui, a parlare di questo meraviglioso e perfetto gentiluomo.

Ma Mr. Darcy è poi così perfetto come diciamo, oppure ci siamo montate la testa a vicenda?

Ve lo dico, amo anch’o Mr. Darcy. Ho sofferto quando Lizzie gli ha detto di no, ho palpitato quando si è dichiarato, quando le ha dato la lettera, quando è tornato da lei. Ma… un attimo.

E se Lizzie avesse ragione a rifiutarlo?

Togliamo Pemberley dai giochi, ok?

Mr. Darcy

Questa splendida casa è stata usata per il serial Orgoglio e Pregiudizio. Ho detto casa…. insomma…. villetta!

E vediamo se il nostro eroe è davvero così mitico per le donne di oggi.

Poniamo di andare a una festa e di essere anche abbastanza popolari. Troviamo molti con cui chiacchierare, ballare, divertirci. Arriva un tipo, nemmeno strabellissimo, che ci guarda dall’alto in basso e dopo un po’ dichiara al suo amico che siamo appena passabili. Questo, già ci basta per chiudere: chi se lo fila più? E infatti, così fa Lizzie.

Senza il patrimonio e senza tenuta, senza i mezzi per salvare la reputazione di Lidia, Mr. Darcy sarebbe rimasto l’antipatico uomoqualunque che a una festa si è comportato da maleducato.

Non avremmo mai approfondito la conoscenza di questa persona scontrosa e poco socievole, che ogni volta che apre bocca dice qualcosa di irritante: chi perde la mia stima la perde per sempre… io sto solo con le persone che conosco bene…

Aggiungiamo anche i consigli che dà agli amici? “Lascia perdere la tua nuova morosa, ha una famiglia imbarazzante e mira solo ai tuoi soldi”. Peccato che questa morosa sia davvero innamorata e sia casualmente la nostra sorella preferita. Dai, basta: Mr. Darcy è da bannare, da bloccare, da eliminare da tutti i nostri social!

Mr. Darcy

Andava tutto bene, fino a che non è arrivato il ficcanaso!

E se poi, all’improvviso, arriva a casa nostra, entra di prepotenza per dirci: “Senti, so che vieni da una famiglia impresentabile, e per logica dovrei tenerti lontana come la peste, visto che io so’ figo e tu no, ma visto che non posso evitarlo: sposami.”

Un bel vaffa l’avremmo detto anche noi.

Quand’è che Mr. Darcy diventa l’uomo dei sogni?
Mr. Darcy

Figo, eh!

Quando incidentalmente finiamo a nuotare nella piscina olimpionica di casa sua, con vista panoramica sul parco e sui campi da tennis. Dopo aver scoperto che ha 12 bagni con 12 Jacuzzi e che per attraversare casa sua ci vuole il trenino. Ecco, a questo punto un poco la sua antipatia cambia prospettiva.

Quando poi usa i suoi soldi per salvare nostra sorella zoccola dal marciapiede, ecco, la frittata è fatta: Mr. Darcy diventa l’uomo dei sogni.

mr. darcy

Tutti gli uomini di Jane AUsten. Ma siamo sicuri che Darcy è il più figo????

Non lo so, forse è più figo un Colonnello Brandon, che nella sua semplicità è costante nei sentimenti quanto Darcy, ma sicuramente ha un carattere migliore, o un Mr. Tilney, che ha un po’ di senso dell’umorismo e ci fa sorridere. Mr. Darcy che racconta barzellette? Naaaa.

Edmund, per carità, jamais! Chi lo vuole uno che ci fa la morale ogni tre secondi, salvo poi guardare di sottecchi le tettone delle altre per la strada? Vi ricordo che poi ci ha friendzonato per una vita, finché proprio non c’era altro che passava al convento.

Molto meglio Mr. Knightely: che romantico l’amico d’infanzia che si trasforma in un innamorato, e che fra battibecchi e avventure ci fa capire quanto ci ama… anche se ci fa capire di essere delle civette senza cervello, lo fa con stile.

Ma il top di gamma per me è il capitano. Wenthworth è costante di sentimenti a distanza di anni, nonostante sia stato maltrattato. Pure lui ha parecchio da ridire sulla famiglia di Anne, ma non gli esce una sola parola di rimprovero e men che meno rinfaccia a lei quanto suo padre sia ridicolo. Non le rinfaccia nemmeno gli errori di giudizio: si limita a star male nel ricordarli.

E scrive una lettera che, dai, è molto più romantica di quella di Mr. Darcy.

Chi è il più figo?

Io non ho dubbi. E tu?

Immagini da Pinterest

 

A proposito di Darcy… 

Nota: questo articolo non vuole essere un’analisi seria dei personaggi, ma solo un commento ironico e giocoso. A me, in realtà, Darcy piace moltissimo 😉 

About Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è autrice di romanzi rosa storici, fantasy e opere per l'infanzia. Fra le sue opere: "La dama in grigio", regency romance, la "Saga delle Terre", trilogia fantasy.

6 commenti

  1. Beh anche Wentworth all’inizio ci prova con entrambe (!) le sorelle Musgrove per decidere chi impalmare. Solo dopo la comparsa del cugino Eliot e l’incidente di Lyme Regis ci ripensa. La costanza direi che è più di Anne. Meglio il colonnello Brandon o Mr Knighley, allora. Comunque anche Mr Darcy dà prova di grande costanza.

    • Ho sempre pensato che il Capitano fosse più interessato a fare ingelosire Anne, più che a sposare una delle due Musgrove: una è quasi fidanzata, l’altra è una ragazza vivace (e infatti poi si pente d’aver “compromesso” la giovane con un comportamento troppo amichevole). Il risentimento è amore nascosto dalla cenere, secondo me 😉
      In ogni caso, emerge sempre che l’umo dei sogni deve essere costante e non una banderuola, forse per questo Edmund non convince molto come principe azzurro (almeno me!!)

  2. Bella provocazione! Mr Darcy è il moderno antipatico che proprio non ti scende, ma chissà come ti attrae… E quando lui si dichiara non ti sembra vero di poterlo mandare a quel paese, ma poi le cose cambiano e dall’apparenza si passa alla sostanza ed è lì che Darcy conquista punti, perché al di là delle parole quello che conta nella quotidianità è la sostanza e a volte una scomoda verità è preferibile ad una pietosa bugia. In “Ragione e sentimento”, la nostra Mariana è abbagliata dalla bellezza delle parole, ma alla fine comprende che ciò che conta è ben altro… Bellissimo articolo! Complimenti!

  3. Però dai, non è la grandezza o suntuosità di Pemberley a conquistare Lizzie, ma il suo amore per l’arte. La scena chiave del cambiamento è la visita alla galleria di quadri/statue… e poi l’incontro con la dolcissima Georgiana! E il rapporto speciale tra loro due. Lizzie inizia a intravedere quello che si nasconde sotto la scorza, quando salva Lidya già lei aveva iniziato a cambiare idea. Antipatico e snob dal cuore d’oro, non posso resistergli!
    Però Knightley lo metto sullo stesso piano, anche se un po’ troppo fratello maggiore.

    • Perfettamente d’accordo. Darcy piace per la sua evoluzione, che ci pare ancor più evidente perché corrisponde a un progressivo mutamento dei sentimenti e delle opinioni di Lizzie. Questa non voleva essere un’analisi seria del personaggio, ma solo un commento giocoso 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *