La Dama in Bianco

La Dama in Bianco

la dama in bianco antonia romagnoli regency era book ghost

Sinossi La dama in Bianco

La Dama in Bianco – una Regency Ghost Story 

Dal 13 dicembre 2017 in ebook e cartaceo su Amazon

Lady Amelia, reginetta dell’alta società, sogna più di ogni altra cosa di liberarsi del proprio fratello, l’indolente lord Burnett, di potersi dedicare a se stessa e finalmente coronare il proprio sogno d’amore.

Ma nulla va secondo i suoi piani e ben presto si troverà a fare i conti con una serie di avvenimenti sempre più oscuri che la condurranno verso un imprevisto matrimonio e soprattutto ad affrontare gli spettri che infestano la sua nuova dimora.

Per lei è arrivato il momento di fare i conti con il passato drammatico dell’uomo che ama, ma anche con i propri fantasmi, non solo interiori.

———–

Il romanzo si colloca temporalmente dopo “La Dama in Grigio” ma costituisce un romanzo indipendente.

la dama in bianco antonia romagnoli regency era book ghost

Un estratto – la Dama in Bianco

Antefatto

Mentre la carrozza sobbalzava per l’ennesima volta sulla stradina dissestata, Amelia, intirizzita e tremante, sognava una tazza di tè caldo, una poltrona morbida, accostata al camino, e Lord Burnett morto ai suoi piedi.

Immaginava se stessa scavalcare il cadavere con un piccolo balzo, con le scarpette di seta che producevano un lieve tonfo sul tappeto, e raggiungere la teiera fumante.

Poteva quasi sentire il suono delicato del liquido che cadeva nella bella tazza di porcellana decorata a fiori, aspirarne l’aroma un poco pungente. Con la coda dell’occhio, poteva vedere il cadavere a terra. Libera, finalmente.

Lord Burnett, che invece era vivo e vegeto, e sedeva nella carrozza di fronte a lei, emise un disgustoso grugnito. Dormiva della grossa da almeno un’ora, cullato dal dondolio del mezzo, e russava rumorosamente da quasi altrettanto tempo.

Ogni tanto i movimenti dell’abitacolo lo facevano cozzare contro l’altro uomo in viaggio con loro, a sua volta addormentato. I due borbottavano qualcosa e riprendevano sonno.

Amelia immaginò di estrarre le mani guantate dal manicotto di pelliccia e di stringerle intorno al collo del fratello, Lord Burnett appunto, e di strozzarlo, stropicciando il colletto inamidato e la cravatta immacolata.

Sì, lo avrebbe volentieri strozzato. E avrebbe strozzato anche Declan O’Donnell, immancabile compagno di viaggio, che per una volta avrebbe potuto restarsene dov’era, invece di partire con loro in quella precipitosa fuga dalla Cornovaglia, attaccato a William come una cozza allo scoglio.

Amelia distolse lo sguardo dai due, avvolti nella penombra della carrozza, per rivolgerlo verso il triste panorama che correva fuori dal finestrino.

Grigio su grigio, la campagna stava sprofondando nella precoce notte invernale. Una tetra teoria di alberi spogli, di campi a tratti innevati si perdeva nella bruma e nel gelo del tramonto.

Il freddo del vetro la costrinse a scostare il capo, che il cappellino da viaggio non proteggeva a dovere.

La loro meta non era lontana e Lord Burnett aveva decretato che non avrebbero fatto soste, desideroso di chiudere il più presto possibile con quella incresciosa vicenda da cui si stavano allontanando precipitosamente.

Anche quella decisione era per Amelia motivo di disappunto. Mancava davvero poco a Natale, quel Natale che secondo i suoi piani avrebbero dovuto trascorrere a Trerice Manor, il suggestivo maniero che ora stavano lasciando in fretta e furia. Se si fossero diretti a Londra, anche all’ultimo momento sarebbe riuscita a trovare un modo per trascorrere le feste in modo adeguato. Invece William aveva deciso per tutti, in un modo piuttosto autoritario che non gli si confaceva neppure, che si sarebbero fermati nella detestabile casa di caccia, nel Devonshire, fino a sua diversa disposizione.

Amelia sapeva che la decisione era del tutto logica, visto che la dimora era situata lungo la strada ed era molto meno distante di Londra. Quella sosta avrebbe risparmiato loro spiegazioni agli amici sul repentino allontanamento da Trerice, cosa che William non era ancora pronto a giustificare.

La giovane dama rabbrividì nel mantello di pelliccia, sentiva il freddo salire dal sedile, nonostante la carrozza fosse ben foderata; le lunghe ore di viaggio cominciavano a pesare gravemente sul suo umore e sulla sua temperatura.

Le pareva che quel viaggio non finisse mai.

La luna era sorta, rischiarando coi suoi pallidi raggi un sottile strato di neve che ricopriva la campagna. Fu quella l’illuminazione che li accolse nel cortile di Hillford, quando finalmente la carrozza si arrestò davanti alla dimora dove erano diretti.

http://amzn.to/2AxJBy8

La magica terra di Slupp

La magica terra di Slupp

Un romanzo fantasy umoristico che segue le vicende di strampalati personaggi a caccia di una spada che dovrebbe salvare il mondo di Slupp. O forse, anche no…

La nuova edizione 2015

La magica terra di Slupp ritorna, in una nuova veste e con brani inediti e le simpatiche foto di Elvio Bissolati.

In ebook e in cartaceo, su Amazon.

la magica terra di slupp, romagnoli

Slupp è un luogo incantato: si produce buon vino, si mangia bene, si può usare la magia. Tutte queste meraviglie, però, rischiano di finire, se il Signore delle Tenebre L’Oscuro Signore riuscirà a prendere il potere e a conquistare il regno: intanto, ha già trasformato il re in un cappello, gettando la corte nel più totale scompiglio.
Solo una magica spada, da secoli usata come schiaccianoci, potrà sconfiggerlo. Peccato che si sia persa.
Ma a difesa di Slupp, ecco si erge un gruppo di eroi: sono gli squinternati apprendisti maghi (e aspiranti scrittori) della scuola di magia, arruolati a forza da una fata e dall’autrice in persona.
Saranno loro a partire alla ricerca della spada schiaccianoci, affrontando mille ostacoli e rocambolesche avventure.
Durante il loro viaggio incontreranno guai d’ogni tipo e persino i personaggi di famosi romanzi, capitati, per caso o per sventura, fuori dalle loro più note pagine.

La magia del fantasy si fonde con l’umorismo per creare una piccola, divertente storia in cui realtà e immaginazione perdono i loro confini.

 Scoprila su AMAZON

Storie di draghi, demoni e condottieri

Storie di draghi, demoni e condottieri

draghi, demoni e condottieri, antonia romagnoli

La copertina

(Comaschi, Guidarini, Murgia, Romagnoli, Valenza, antologia curata da S. Mela)

Edizioni Domino

Un grande re viene rapito da un demoniaco cavallo nero. Un mago disperato per il suo amore perduto crea un mostro divoratore di uomini. Un pellegrino appestato viene salvato da uno strano cane dai poteri diabolici. Un contadino ignorante diventa signore di un antico feudo con l’aiuto di due draghi. Un ricco barone è tormentato da strani incubi che devastano la sua vita portandolo alla follia.

Antiche storie, miti popolari, tradizioni paesane, sono il filo comune che lega le cinque storie raccontate dagli autori che compongono questa antologia dedicata alla fantasy di ambientazione mediterranea.

Un salto dall’Impero Bizantino al Medioevo delle grandi Pestilenze, tra la negromanzia, la taumaturgia, il mito dei draghi e dei folletti, alla scoperta di un’Italia nascosta in grotte e sotterranei, paludi e vulcani, dove l’immaginario si mescola all’inverosimile, diventando leggenda.

SU IBS

I signori delle Colline – La saga delle Terre

I signori delle Colline

i signori delle colline, la saga delle terre, antonia romagnoli

I signori delle Colline – Sinossi

ROMANZO (496 pagine) – FANTASY – Nuovi misteri e nuove avventure per Ester e Nimeon mentre una minaccia sembra volere spazzare via l’equilibrio delle Terre.

Al termine del Mandato che li ha resi protagonisti di innumerevoli avventure, Ester e Nimeon si sono scoperti innamorati. Giunti a Ghidara, capitale delle Colline, il fidanzamento viene ben presto interrotto dall’irrequieta maga, incapace di fermarsi a lungo in un posto.

Nuove ombre si stanno addensando sulle Terre e la loro separazione segna solo l’inizio di una nuova crisi: affascinanti e inquietanti creature provenienti dai regni esterni giungono nelle Terre per misteriose missioni; le Nebbie, rese infide dalla magia, dilagano nel Sud, nonostante gli sforzi dei maghi, mentre i regnanti vengono colpiti da incanti mortali.

Ancora una volta, il destino delle Terre viene affidato a Nimeon ed Ester, di nuovo depositari del Mandato.

i signori delle colline - saga delle Terre - antonia romagnoli

La nuova copertina paperbook

Prologo

Napoli, anno del Signore 1738.

C’era un forte tanfo nello scantinato. L’odore di umidità e di muffa si mescolava al pungente aroma del vino e al fumo delle torce.

Dapprima l’oscurità accecò i due uomini, poi i confini di oggetti e scaffali, a loro familiari, si stagliarono nell’ombra.

Nella grande stanza, tappezzata da botti disposte in file ordinate, c’era un solo lume acceso, la sua fioca e lattiginosa luminescenza si intravedeva in fondo alla teoria di barili.

– Funziona anche quello! – esclamò uno dei due uomini. – Siete un demonio, Raimondo.

L’altro, dal viso spigoloso e gli occhi un poco sporgenti, sorrise enigmatico. – Lo dicono in molti, amico mio. Speravo da voi un’opinione più scientifica.

Il primo che aveva parlato si sistemò la tunica a disagio. – Siete un genio. I posteri vi ricorderanno come un novello Leonardo. Se solo rendeste pubblica questa scoperta…

Raimondo scoccò uno sguardo severo all’altro. – Non sia mai! Quello che avete visto e vissuto in queste settimane deve rimanere un nostro segreto. Un segreto da proteggere a costo della vita. – Abbassò la voce in un sospiro addolorato. – Non siamo pronti per accettare una scoperta simile. Mi auguro che vengano tempi diversi. Tempi degni delle Terre.

Leggi di più

 

Acquista su Amazon

La saga delle Terre

Gli altri romanzi della saga:

la saga delle terre - il segreto dell'alchimista, antonia romagnoli

Il segreto dell’alchimista

triagrion saga delle terre antonia romagnoli

Triagrion

Aerys il potere del fuoco antonia romagnoli

Aerys – il potere del fuoco

Biografia

Antonia Romagnoli

Antonia Romagnoli è nata a Piacenza nel 1973.

Ha frequentato il Liceo Classico ed è laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari.

Si dedica alla famiglia, che comprende un marito, tre figli e un gatto, e alla scrittura.

Finalista al Premio Galassia 2006, ha esordito con alcuni racconti fantastici in riviste e antologie.

Ha collaborato con il quotidiano «La Cronaca di Piacenza» per diversi anni, scrivendo articoli per la pagina Cultura e Spettacoli.

Nel 2006 ha pubblicato il fantasy umoristico La Magica Terra di Slupp presso Lulu Press e il racconto Pioggia nella collana Spesso Sottile di Giovane Holden editore.

Nel 2008 ha pubblicato presso le Edizioni l’Età dell’Acquario Il segreto dell’Alchimista, primo volume della Saga delle Terre, finalista al Premio Italia 2009. Il secondo episodio della saga, I Signori delle Colline, è uscito nel febbraio 2009.

  Triagrion, il terzo e ultimo episodio della saga, è uscito nel 2010 con Edizioni Domino.
il segreto dlell'alchimista i signori delle colline
triagrion

Ha partecipato a varie antologie, fra cui Sanctuary (Asengard 2009), che raccoglie al suo interno alcuni tra i maggiori autori fantasy italiani, e “Storie di draghi, demoni e condottieri” (Edizioni Domino 2010).

Con Domino ha pubblicato anche La Stella Incantata e Il mago pasticcione e le lettere dell’alfabeto, fiabe dedicate ai bambini delle prime classi elementari. Ha curato, con l’editrice Solange Mela, la collana Pergamene per la Scuola dedicata ai progetti didattici.mago pasticcione antonia romagnoli fiaba

Ad agosto 2015 è uscita per Rapsodia Edizioni la nuova edizione di Il mago pasticcione e le lettere dell’alfabeto.

A settembre 2015 Delos Digital ha cominciato la pubblicazione a cadenza mensile della Saga delle Terre in edizione digitale.

Il quarto episodio della saga, il prequel Aerys e il potere del fuoco, è uscito presso Delos nel 2016. Di tutta la saga sono disponibili anche nuove edizioni cartacee su Amazon.

saga delle terre cartacei antonia romagnoli

In autopubblicazione sono usciti a fine 2015 anche la nuova edizione di La magica Terra di Slupp e il romanzo regency La dama in grigio.

Del 2016 sono l’uscita del Regency Il libertino di Hidden Brook e la  ripubblicazione in selfpublishing La stella incantata, tradotta anche in inglese e spagnolo.

regency antonia romagnoli

Antonia Romagnoli affianca la scrittura di romanzi a quella di articoli per la rete, sia per il suo blog personale, Il salotto di Miss Darcy, sia per il blog multiautore “Cultura al femminile”, nel quale segue in veste di curatrice il settore dedicato alla maternità.

Da qualche anno si occupa di grafica, web design, web comunication e di nuovi media.

Contatti